Pavimentazioni in Asfalto

Asfalto Colorato, asfalto comune o modificato, per ogni tipologia di piazzale o strada esiste una soluzione specifica

Asfalto Colorato

L’asfalto colorato è la soluzione architettonica che permette di ottenere una pavimentazione esteticamente molto bella ed allo stesso tempo resistente nel tempo. Ha un’ampia varietà di impieghi: il viale di accesso ad una villa, così come i marciapiedi di un centro abitato dove si voglia enfatizzare la componente estetica.

L’asfalto colorato è peraltro molto utile quando si vuole cambiare aspetto a delle aree già pavimentate, ma sulle quali gli spessori disponibili sono decisamente ridotti. Se si ha la disponibilità di qualche centimetro, tramite l’asfalto colorato è possibile evitare di demolire la pavimentazione esistente e coprirla con il nuovo manto.

L’asfalto colorato è una pavimentazione idonea per essere utilizzata su aree sottoposte a vincolo paesaggistico.  Frequentemente infatti sono proprio le amministrazioni locali a chiedere di utilizzare tale soluzione in luogo del tradizionale asfalto nero o del calcestruzzo.

E’ opportuno posarlo nei periodi dell’anno in cui le temperature non siano troppo basse; non può pertanto essere realizzato d’inverno.

Asfalto Comune

L’asfalto comune, quello di colore nero, è sicuramente una soluzione economica e di rapida realizzazione, adatta soprattutto per la pavimentazione di aree di transito e di parcheggio: generalmente, infatti, queste non richiedono particolari finiture di pregio.

Le dimensioni del sasso che compone l’impasto e che conferisce alla grana dell’asfalto l’aspetto finale è variabile. Lo 0,5 cm ad esempio, è generalmente impiegato in aree pedonali e marciapiedi, ma anche per realizzare piccoli piazzali in cui è richiesto un grado di finitura maggiore. Si passa poi ad 1 cm per le aree carrabili e 2 cm per realizzare gli strati di sottofondo.

Generalmente viene steso in due strati: uno di sottofondo per dare stabilità e consistenza alla superficie, l’altro per curare la finitura superficiale. Nel caso la pavimentazione esistente sia particolarmente compromessa, ovvero vi sia un problema di quote che renda impossibile rialzare la pavimentazione anche di soli 3 o 4 cm, generalmente si procede all’asportazione di tutto il manto pre-esistente ed al rifacimento del sottofondo in primis, e del tappetino di finitura superficiale poi.

Asfalto Modificato

L’asfalto modificato è sicuramente la scelta più adeguata per l’asfaltatura dei piazzali di capannoni industriali.

Il suo aspetto è infatti praticamente identico a quello tradizionale, ma le sue caratteristiche di resistenza sono molto più elevate.

E’ dunque opportuno utilizzarlo laddove la manovra di mezzi pesanti o di carrelli elevatori comporti una forte sollecitazione meccanica del manto stradale.